Heritage

C’era una famiglia di nome Prato che fin dal 1222 abitava nel piccolo borgo di Mombaruzzo, nell’alto Monferrato. I Prato si distinsero per i numerosi commercianti, avvocati e notai che con fierezza avevano portano in alto il nome. E quello stesso nome diede anche l’impronta alla Villa, affacciata sulla Chiesa di Sant’Antonio Abate, nel cuore del paese.
Con eleganza Villa Prato seppe adattarsi ad epoche storiche, e tanti furono i rimaneggiamenti, le influenze, le persone che attraverso le sue stanze diedero vita a nuove forme e nuovi muri. Così si venne a strutturare la Villa Prato che conosciamo oggi, sopravvissuta anche gli ultimi interventi di inizio ‘700. Nel 1933, dopo aver accompagnato la storia della famiglia Prato per ben sette secoli, vi si spense

l’ultimo discendente della casata.
Tempo dopo, una coppia di svizzeri decise di acquistarla. Certo non sfuggì loro le potenzialità che la Villa offriva e così, per la prima volta, fu trasformata in “Casa Per Ferie”.
La famiglia Berta l’acquistò nel 2007, innamorandosi dei suoi incantevoli spazi, dei meravigliosi panorami, degli affreschi che abbellivano le stanze e della sua storia, tutta da scoprire. E in effetti, fu proprio la scoperta delle piccole nicchie che si diramavano sottoterra a convincere i nuovi proprietari ad estendere l’ambizioso progetto di ristrutturazione che si dilatò a ben nove anni.
Oggi Villa Prato è finalmente tornata a splendere e si riapre a voi, mostrando il suo antico fascino e una rinnovata bellezza.